In primo piano

Bergamasca.net © Tutti i diritti riservati. - ALL RIGHTS RESERVED

 

 

BERGAMO – ASTINO

“EARLY WORKS 1980 – 1984”

35 fotografie di OLIVO BARBIERI

26 giugno – 31 ottobre 2020

Dopo i mesi difficili vissuti da Bergamo a causa della pandemia, la Fondazione MIA, ha deciso di proporre per l’estate 2020 la mostra fotografica che negli anni è diventata per la città un appuntamento fisso e molto seguito, anche come segno di rinascita e di ripartenza attraverso la cultura.

L’esposizione propone  35 fotografie realizzate dal fotografo emiliano, Olivo Barbieri, agli inizi degli anni Ottanta: dai grandi centri urbani alle piccole città, colte nei momenti di vita quotidiana dei suoi abitanti.

Alcune delle immagini esposte hanno fatto parte di Viaggio in Italia, il progetto ideato nel 1984 da Luigi Ghirri.

 

Per informazioni:

Fondazione MIA

t. 035.211355

info@fondazionemia.it | ww.fondazionemia.it

Orari apertura:

sabato 27 e domenica 28 giugno 2020

dalle ore 14.00 alle ore 20.00

sabato 4 e domenica 5 luglio 2020

dalle ore 14.00 alle ore 20.00

***

BERGAMO

“CARAVAGGIO IN BERGAMO”

Accademia Carrara di Bergamo

22 maggio 2020 – 31 agosto 2020

 

 

The Metropolitan Museum of Art di New York ha concesso il prestito de I musici di Caravaggio al museo bergamasco fino a fine estate, si realizza così un grande gesto di generosità internazionale e, insieme, la possibilità per Accademia Carrara di riaprire le porte, accogliendo il pubblico con una sorpresa.

CARAVAGGIO IN BERGAMO è il titolo scelto per questa straordinaria opportunità offerta al pubblico, per sottolineare sia l’appartenenza dell’Accademia Carrara alla città sia il desiderio di ripartenza comune alla cittadinanza e al suo territorio.

L’opera di Caravaggio è esposta nello storico palazzo sede dell’Accademia Carrara. Il rientro negli USA del capolavoro di Michelangelo Merisi, in prestito a Bergamo per la mostra dedicata a Simone Peterzano, era previsto subito dopo la conclusione del 17 maggio. Come noto l’esposizione, a causa dell’emergenza sanitaria non ha potuto però essere vista, per questo e per il rapporto di stima e vicinanza che da sempre lega le due istituzioni, la direzione del MET ha permesso il permanere del capolavoro in Italia.

 

orari e aperture straordinarie a partire dal 22 maggio:
venerdì 22 e 29 maggio 15.00 > 22.00
sabato 23 e 30 maggio 10.00 > 19.00
domenica 24 e 31 maggio 10.00 > 19.00
lunedì 1 giugno 15.00 > 19.00
martedì 2 giugno 10.00 > 19.00

 

ORGANIZZA LA TUA VISITA

  • Prenota il tuo accesso al museo (per visitatori singoli senza guida)
    Contattaci: chiamando o scrivendoci su WhatsApp +39 328 1721727 |  prenotazioni@lacarrara.it *servizio gratuito.
  • Acquista in prevendita il tuo biglietto dal sito www.ticketlandia.it *diritto di preventiva 1,50 € a persona.
  • Prenotazione gruppi (massimo 10 persone, compresa la guida)
    Call Center 035 4920090  –
    da lunedì a venerdì: 9.00 – 18.00 e sabato: ore 9.00 – 13.00
    Percorso guidato museale
    durata: 90 minuti
    costi: 100€ in lingua italiana | 120€ in lingua inglese

BIGLIETTI

Intero: 10 €

Valido dai 26 anni (anche per gli over 65)

 

Ridotto: 8 €

Valido dai 18 ai 25 anni

Gruppi adulti prenotati, con Guida museale o autonoma (max 10 pax)

Docenti delle Scuole di ogni ordine e grado

Studenti Universitari di Storia dell’Arte
Militari dell’Esercito e Forze dell’ordine (munite di tesserino di riconoscimento)

Per maggiori informazioni consulta la pagina Info e Biglietti

Avvertenze e norme da rispettare per i visitatori del Museo

***

 

 

BERGAMO

 

“FAI – LUOGHI DEL CUORE”

Fino al 15 dicembre 2020

Bergamasca.net, da sempre al fianco di questa meritevole iniziativa, invita tutti a votare per il “Nostro Luogo del Cuore”.
In questo momento particolare, il nostro cuore non può che essere vicino alla nostra terra, alla nostra gente.
Per questo invitiamo tutti a votare per la:

“CITTA’ DI BERGAMO”

Situata ai piedi delle prealpi bergamasche all’imbocco delle valli del Serio e del Brembo, Bergamo è nettamente distinta in due centri. La città vecchia o Bergamo Alta, dall’aspetto tipicamente medievale con vie strette e tortuose antichi palazzi e vecchie mura trasformate oggi in passeggiate, e la città nuova o Bergamo Bassa, ai piedi della prima con vie larghe, giardini, edifici pubblici, progettata dall’ urbanista Piacentini.
La città alta è la parte artisticamente più ricca, il cuore di Bergamo.
Piazza Vecchia, si offre in tutto il suo splendore, ornata al suo centro da una fontana, dono del podestà veneto Contarini. Il più antico edificio della piazza Vecchia è il Palazzo della Ragione (risalente al XII secolo) con il balcone centrale e la finestra sormontata dal Leone di San Marco, opera di Pietro Isabello, il maggior architetto bergamasco del Rinascimento. Alla sua destra si staglia la Torre del Campanone, che ogni sera fa sentire i suoi cento rintocchi. Sempre qui, si affacciano anche il cinquecentesco Palazzo Nuovo, oggi sede di un’importante biblioteca dedicata ad Angelo Mai, ed il Palazzo del Podestà Veneto, che ospita l’Università di Bergamo.
Oltre il Palazzo della Ragione troviamo l’antica Piazza Duomo, dove si innalza il Duomo, simbolo del potere religioso. La splendida  Basilica di Santa Maria Maggiore.
Di lato, sorge la Cappella Colleoni, fatta costruire nel 1472dal condottiero bergamasco Bartolomeo Colleoni, come mausoleo per sé e per la figlia Medea, con la stupenda facciata policroma.
Il tutto racchiuso, come uno scrigno, dalle Mura Venete.
Ma non possiamo dimenticare anche Bergamo Bassa, dove si trova l’Accademia Carrara, che ospita una delle pinacoteche di maggior rilevanza in Italia. Il centro Piacentino, con la Torre Civica, e il Sentierone, luogo di passeggio dei bergamaschi, dove si affaccia il Teatro Donizetti, dedicato al grande musicista bergamasco.

°°°°°

 

 

Il FAI – Fondo Ambiente Italiano in collaborazione con Intesa Sanpaolo ha lancia mercoledì 6 maggio la decima edizione dell’iniziativa: “I Luoghi del Cuore” e invita tutti i cittadini, a votare i luoghi italiani che amano di più e vorrebbero vedere tutelati e valorizzati.

Quest’anno il censimento si amplia di due classifiche speciali. La prima dedicata all’“Italia sopra i 600 metri”, cioè a luoghi che appartengono alle aree interne montane del Paese, di cui la Fondazione si sta occupando anche attraverso il Progetto Alpe e che coprono da sole il 54% del territorio nazionale. La seconda è relativa ai “Luoghi storici della salute”, beni architettonici che hanno radici profonde nel nostro passato, e che oggi, a fronte dell’emergenza sanitaria, sono divenuti valorosi presidi a tutela di tutti noi.

 I luoghi più votati verranno premiati rispettivamente con 50.000 euro, 40.000 euro e 30.000 euro. Per i vincitori delle due classifiche speciali sono in palio complessivamente 20.000 euro. Il luogo più votato via web sarà inoltre protagonista di un video promozionale curato dalla Fondazione.

MODALITA’ DI PARTECIPAZIONE AL CENSIMENTO

Dal 6 maggio al 15 dicembre 2020

Data l’emergenza sanitaria, in questa prima fase è prevista la votazione esclusivamente on line.

Da quando sarà possibile, la raccolta voti avverrà anche attraverso il canale cartaceo, con moduli di raccolta voti dedicati a ogni luogo del cuore, scaricabili dal sito www.iluoghidelcuore.it

 

Info: www.iluoghidelcuore.it

***

BERGAMASCA DELLE MERAVIGLIE

I COLORI, I PROFUMI, LE EMOZIONI

 

C’è sicuramente un luogo particolarmente caro, di questa nostra splendida Bergamasca, che è rimasto nel nostro cuore. Un “Luogo” che vorreste far conoscere, tutelare, conservare, salvaguardare, valorizzare?
Un luogo più o meno noto, piccolo o grande, può essere il silenzio di una chiesa romanica, la magia di un castello, un monumento, una cascata, una verde vallata, un parco naturale e tutto ciò che vi abita, l’atmosfera di un antico borgo, la veduta di una montagna, una pieve dimenticata o un’antica dimora da valorizzare.

Dar voce e visibilità a queste realtà è lo scopo dell’iniziativa “BERGAMASCA DELLE MERAVIGLIE. I colori, i profumi e le emozioni”, promosso da BERGAMASCA.NET, con l’obiettivo di coinvolgere concretamente tutti i bergamaschi e non solo, proponendo il luogo che sentono particolarmente caro e importante e che vorrebbero fosse ricordato, valorizzato e conservato intatto per le generazioni future, contribuendo a sensibilizzare tutti sul valore del nostro patrimonio artistico, culturale, storico e naturalistico.

Tutti abbiamo sicuramente un luogo di questa nostra Bergamasca, che riveste per noi un significato speciale. L’iniziativa “BERGAMASCA DELLE MERAVIGLIE. I colori, i profumi e le emozioni” offre a tutti la possibilità di segnalare e contribuire alla difesa dei luoghi amati, luoghi vissuti e apprezzati, magari da quando eravamo ragazzi e ora vediamo abbandonati e dimenticati o luoghi particolari ed importanti nella storia e nella vita della nostra comunità.

Partecipa anche tu. Mandaci le foto della tua: “BERGAMASCA DELLE MERAVIGLIE

Puoi inviare una foto singola o un portfolio con più foto e una segnalazione scritta sia via posta ordinaria che tramite posta elettronica. Per saperne di più vai alla pagina COLLABORA CON NOI.

Ti piace l’idea? Passaparola.

GUARDA LE FOTO DI BERGAMASCA DELLE MERAVIGLIE

 

 

***

ARCHIVIO STORICO BERGAMASCA

 

Documentare e incuriosire, stimolare e appassionare tutti alla conoscenza del proprio territorio, delle proprie origini.

L’Archivio Storico Bergamasca, creato da Mario Colombo con Bergamasca.net  ha intrapreso un’opera di raccolta di immagini fotografiche, con l’intento di salvaguardare e incentivare in modo nuovo e propositivo l’importante patrimonio storico, culturale e artistico del territorio bergamasco. Attualmente, le immagini, provenienti da privati o fondi facenti capo a fotografi professionisti, vengono scansionate ad alta risoluzione memorizzate su HD e DVD, e schedate secondo gli standard forniti dalla Regione Lombardia e desunti dalla Scheda F del Ministero per i Beni Culturali. Le immagini, poi,  vengono restituite ai proprietari o lasciate all’Archivio Storico Bergamasca (Donazione in forma libera). Si tratta quindi della creazione di una raccolta di immagini per lo più in formato elettronico, archiviate utilizzando un sistema informativo che ne favorisce la facile consultazione. Si è proceduto alla catalogazione con acquisizione digitale di immagini e cartoline, creando una base dati di immagini che ripercorre la storia del territorio, della nostra provincia.

PARTECIPA ANCHE TU. MANDACI LE TUE FOTO STORICHE.

Ti piace l’idea? Passaparola.

GUARDA LE FOTO DELL’ARCHIVIO STORICO BERGAMASCA

 

***